Come fare la pipì correttamente

ArgentieriCuriosità, SaluteLeave a Comment

C’è una cosa che facciamo tutti i giorni, più volte al giorno, da quando siamo nati: la pipì.
Da piccoli possiamo farla dove e quando vogliamo: il pannolino è il nostro amico più fidato! Ma tra i 18 e i 30 mesi, i nostri genitori cominciano a mostrarci come va il mondo: addio pannolino, benvenuto vasino!

Chi sa fino a quale età si può fare la pipì in mezzo alla strada senza scandalizzare… Forse gli unici a potersi concedere questo lusso sono proprio i bambini e gli sportivi durante una maratona o una gara in bicicletta.

Ma per quanto sia una cosa naturale, non è detto che la facciamo correttamente. C’è una posizione specifica? Dobbiamo fare pressione? E fa male tenerla?

Vediamo come approcciare il water nel modo corretto:

1. Siediti con la schiena dritta ma senza essere rigido.

Lascia le spalle e le braccia rilassate sulle gambe.

2. I piedi completamente poggiati a terra.

Apri le gambe separando le ginocchia.

3. Rilassa il bacino e prenditi il tempo necessario.
Non interrompere il flusso, né forzarlo.

4. Quando finito, per evitare il gocciolamento, scuotersi o piegarsi in avanti.
Per controllare, fai una leggera pressione.

5. Contrai le pelvi per chiudere l’uretra e subito dopo rilassarle.

6. Pulirsi con la carta igienica senza strofinare.

E per chi fa la pipì in piedi? Sicuramente fare la pipì per i maschietti è più semplice, soprattutto se ci si trova fuori casa.
Anche per i maschi, però, è meglio fare la pipì da seduti, in quanto si riesce a rilassare il pavimento pelvico molto più efficacemente.

Comunque, nel caso si faccia la pipì in piedi:

Rilassati mantenendo una postura verticale:
NON piegarti in avanti
NON poggiare la mano sul muro di fronte
NON stare sulle punte.

Segui le istruzioni di sopra dal punto 3.

E ora non ti resta che provarci e fare pipì in maniera consapevole 😀