Avete presente quando innaffiate le vostre piante e siete contenti di vederle crescere?
O quando trovate un micetto per strada e lo prendete per accudirlo?
O, ancora, quando fate una bella passeggiata nel parco e vi sentite piacevolmente rilassati?
C’è una ragione affascinante per tutto questo.
Anche se viviamo in contesti fortemente urbani, noi esseri umani affondiamo le nostre radici nel resto del pianeta. Come suggerisce Edward O. Wilson nella sua ipotesi della biofilia (dal greco, amore per la vita), da questo profondo legame dipende il nostro stesso benessere psicofisico.

Non sorprende, quindi, che il campo delle terapie nella natura sta guadagnando sempre più attenzione. I ricercatori dimostrano da tempo i vantaggi di trascorrere più tempo all’aria aperta, i terapeuti stanno spostando le loro sessioni nei boschi o su una spiaggia, i medici suggeriscono sempre di più l’attività all’aria aperta.

COS’È L’ECOTERAPIA?
Quanta influenza ha la nostra famiglia su di noi? E la comunità in cui cresciamo? E c’è differenza se cresciamo in una località del Mediterraneo o in Svezia? Famiglia, comunità e nazione sono come cerchi concentrici intorno a noi, il nostro centro. Se espandiamo la nostra vista, possiamo vedere l’intero pianeta su cui viviamo. Noi ci siamo evoluti in questo particolare ambiente terrestre, noi abbiamo questa forma per le peculiarità del pianeta Terra.
Inoltre, il nostro corpo è un porto aperto: scambiamo aria, fluidi, materia con il mondo esterno senza il quale non potremmo vivere.
L’ecoterapia cerca di sviluppare questa consapevoleza di una visione più ampia della realtà umana: siamo parte di un ampio ecosistema basato sulle connessione e l’equilibrio tra le sue parti. Perciò anche il nostro benessere è basato su queste connessioni. Grazie all’ecoterapia possiamo vivere nel flusso naturale della vita.

QUALI SONO I BENEFICI DELL’ECOTERAPIA

Molti studi e ricerche dimostrano che lavorare con e nella natura ha una forte influenza positiva sulla nostra salute psico-fisica, in quanto riduce:
depressione – stress percepito – periodo di ricovero – pressione sanguigna – disturbo da deficit di attenzione – obesità – demenza – disturbi alimentari – abuso di sostanze.

Inoltre , le attività all’aria aperta permettono una ricchezza di interazione sociale spesso impossibile nei contesti urbani, arricchendo la nostra esperienza relazionale.

CHI PUÒ BENEFICIARE DELL’ECOTERAPIA
Tutti potrebbero e dovrebbero beneficiare di un rapporto di qualità con la natura, sia spontaneamente che in maniera più strutturata. Qualche esempio: alcune persone potrebbero sentirsi costrette all’interno della stanza in cui svolgono psicoterapia; i bambini potrebbero giovare di un intervento psicologico meno statico; i bambini, sviluppano le competenze sociali e psicologiche più facilmente all’aperto; gli anziani, lavorando in giardino e trascorrere più tempo all’aria aperta.

COME CAPISCO CHE HO BISOGNO DI ECOTERAPIA?
Passi troppo tempo davanti ad un computer e/o al chiuso.
Hai bisogno di uno stimolo a passare più tempo nella natura
Senti che l’inverno arriva sempre troppo presto e dura sempre troppo a lungo.
Provi l’influenza delle condizioni meteorologiche sul tuo corpo e la tua mente e vuoi sapere perché e come usarle a tuo favore.
Ti sei trasferito dal sud in un paese del nord e hai difficoltà ad adattarti al nuovo clima.
Hai problemi a dormire.
Vuoi provare la meditazione nella natura.
Senti la tua vita troppo artificiale e desideri riconnetterti alla nostra vera natura, comprenderne i meccanismi per trarne benefici.

per sapere di più sulle innumerevoli applicazioni dell’ecopsicologia.